Desiree Rancatore

Désirée Rancatore è una delle star più famose dell’opera italiana ed è eccezionale per il suo virtuosismo, la tecnica e la passione per la musica, con un’assoluta padronanza della coloratura e dell’alto registro, che ispira il vero fervore tra i fruitori dell’opera .

È apparsa nei teatri più importanti del mondo, tra cui il Teatro alla Scala di Milano, il Festival di Salisburgo, Covent Garden a Londra, l’Opéra National de Paris, l’Opernhaus di Zurigo, Wiener Staatsoper, il Teatro Real di Madrid, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e i teatri di Firenze, Venezia, Parma, Genova, Torino, Bologna, Palermo, Rossini Opera Festival di Pesaro, tra molti altri.

Ha collaborato con direttori come Fabio Biondi, Myung-Whun Chung, James Conlon, Charles Mackerras, Lorin Maazel e Riccardo Muti.

I suoi ruoli più acclamati includono Olympia in Les contes d’Hoffmann (Parigi, Vienna, Londra, Zurigo, Madrid, Milano, Palermo, Roma, Tolosa, Torino, Parma, Macerata), Gilda in Rigoletto (Vienna, Zurigo, Pechino, San Francisco, Las Palmas, Tokyo, Venezia, Città del Messico, Verona, Parma, Firenze), Lucia a Lucia di Lammermoor (Oviedo, Nagoya, Osaka, Tokyo, Zurigo, Wiesbaden, Bologna, Ferrara, Bergamo), Regina della notte in Die Zauberflöte (Parigi, Roma), Konstanze in Die Entführung aus dem Serail (Bari, Madrid, Palermo, Cagliari), Lakmé di Delibes (Palermo, Oviedo, Tokyo), Adina in L’elisir d’amore (Parigi, Kobe, Tokyo , Venezia), Elvira in I Puritani (Vienna, Savonlinna, Palermo, La Coruña), Contessa di Folleville in Il viaggio a Reims (Bologna, Genova, Bruxelles), Amina in La Sonnambula (Las Palmas).

Nel dicembre 2004, per la riapertura della Scala di Milano, ha cantato il ruolo di Sémele ne L’Europa riconosciuta di Salieri, sotto la direzione di Riccardo Muti.

Attiva anche in campo sinfonico, si esibisce come solista in Petite Messe Solennelle di Rossini, Messa in do minore minore e Requiem di Mozart, Stabat Mater di Pergolesi, collaborando con orchestre quali l’Orchestra Filarmonica della Scala, l’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino, Royal Philharmonic Orchestra a Londra e Liverpool Philarmonic Orchestra, sotto la direzione, tra gli altri, di Riccardo Muti e Ottavio Dantone.

Ha aperto la stagione 2015/16 con La traviata (Violetta) durante un tour in Giappone, seguita dal suo debutto come Musetta ne La bohème al Teatro Carlo Felice di Genova e Piramo e Tisbe (Piramo) in concerto con Fabio Biondi.

Tra i suoi progetti futuri figurano La fille du régiment (Marie) e Robert Le Diable (Isabella) al Teatro Massimo di Palermo, Rigoletto (Gilda) ad Hannover e al Liceu de Barcelona e Il Signor Bruschino (Sofia) al Théâtre des Champs Elysées de Paris .

Ha vinto il Premio Speciale Ester Mazzoleni, 2008, e il Premio Internazionale “Mimosa d’Oro”, 2008, che è stato conferito dal Comune di Agrigento. Nel 2010 ha ricevuto il primo Oscar dell’Opera per il soprano più famoso dell’Arena di Verona e il Premio Zenatello per il miglior soprano del 2008.

Le sue registrazioni comprendono Die Entführung aus dem Serail con Sir Charles Mackerras e la Scottish Chamber Orchestra; il film Mozart in Turchia girato nel Palazzo Topkapi di Istanbul; Die Zauberflöte nel Teatro dell’Opera di Parigi; e CD per Dynamic (Les Huguenots, Lucia di Lammermoor, La cambiale di matrimonio, Les contes d’Hoffmann), Bongiovanni (Ascanio in Alba), Arthaus Musik (Die Vögel), TDK (Die Zauberflöte, Les contes d’Hoffmann), e Naxos (Lucia di Lammermoor, La cambiale di matrimonio).

Nata a Palermo nel 1977, ha studiato violino e pianoforte prima di iniziare, all’età di 16 anni, per estendere lo studio del canto con la madre e, a Roma, con Margaret Baker Genovesi. Alla tenera età di 19 anni ha debuttato come Barbarina ne Le nozze di Figaro al Festival di Salisburgo, cantando per la prima volta in Italia nel 1997 all’apertura della stagione al Teatro Regio di Parma (L’Arlesiana de Cilèa).